IL SUD DEL BRASILE

Rio De Janeiro > Florianopolis > Sao Joaquim > Gramado > Porto Alegre 
Il mondo diventa una spiaggia a Florianopolis. Ce ne sono 42 nell’isola che ospita la capitale dello stato di Santa Catarina.

Partenze giornaliere

1° GIORNO - ITALIA > RIO DE JANEIRO
Benvenuti a bordo. Arrivo a Rio de Janeiro in serata. 

2° GIORNO - RIO DE JANEIRO
(colazione)
In cima al Corcovado con il Cristo Redentore che domina e protegge la città, uno dei simboli più significativi di Rio de Janeiro. Si attraversa la foresta cittadina di Tijuca, un’esplosione di vegetazione e cascatine attraversata da un’eccellente rete di sentieri. Sbalorditivo il contrasto fra la giungla di cemento di Copacabana e quella tropicale di Tijuca: in pochi minuti si passa dall’una all’altra. Pomeriggio a disposizione: magari in spiaggia. 

3° GIORNO - RIO DE JANEIRO
(colazione)
Se la notte di Rio è stata tentatrice e si è fatto tardi, nessuna paura, il risveglio è comodo, la mattina in 
libertà. Per una passeggiata, un cafezinho in tranquillità, un po’ di shopping. Volendo anche in spiaggia a prendere un pò di sole. Nel pomeriggio si sale in teleferica al Pan di Zucchero da dove si gode di una vista fantastica sulle spiagge del mito: Flamengo, Botafogo, Leme e Copacabana.

4° GIORNO - RIO DE JANEIRO > FLORIANOPOLIS
(colazione)
Il mondo diventa una spiaggia a Florianopolis e dintorni. Ce ne sono 42 nell’isola che ospita la capitale dello stato di Santa Catarina, famosa anche per essere un ottimo spot per il surf. Visita del centro storico, con Piazza XV di Novembre, il Mercato Pubblico e la Casa dell’Artigianato. Pomeriggio a disposizione. Notte vivace, con ristoranti, pub e locali molto animati. 

5° GIORNO - FLORIANOPOLIS
(colazione)
I piaceri semplici scandiscono le giornate di questa parte del Brasile: sole, cibo, musica, bel mare. Si esplora il litorale nord, a cominciare da Canasvieiras per toccare Jurerê e Praia do Forte, con vista sul Forte di São José. Sosta all’isola di Anhatomirim con la splendida fortezza del secolo XVIII: e qui, tempo a disposizione per un bagno rilassante. La zona è area naturale protetta, realizzata soprattutto per tutelare i delfini. 

6° GIORNO - FLORIANOPOLIS > SÃO JOAQUIM
(pensione completa)
Impressionante. Un sito archeologico preistorico sulla spiaggia, con il mare che si infila sotto un arco naturale. E’ la bellissima Pedra Furada, dove si arriva attraversando la Serra Catarinense, la zona più fredda di tutto il Brasile, dove nei mesi invernali può perfino nevicare. Si passa da Urubici, con sosta al Morro da Igreja, la montagna più alta del Brasile meridionale. Arrivo a São Joaquim. 

7° GIORNO - SÃO JOAQUIM > SERRA DO RIO DO RASTRO > SÃO JOAQUIM
(pensione completa)
Nevica tutti gli inverni in questa zona, ad appena due ore di macchina dalla costa, famosa anche per le mele, la cui coltivazione sarebbe stata importata da famiglie di origine giapponese. Paesaggio sorprendente, con i maestosi canyon della Serra do Rio do Rastro, pareti a strapiombo sulla pianura e bellissima vista che arriva fino al mare. Visita delle cascate e foreste incontaminate. 

8° GIORNO - SÃO JOAQUIM > GRAMADO
(colazione)
Dai boschi di latifoglie alle sconfinate pianure. Si scende un po’ di altitudine, ma non troppo, e si sale di temperatura andando verso il Rio Grande do Sul, la terra degli orgogliosi gauchos. Si attraversa il Rio Pelotas e proseguendo ancora verso sud si incontrano panorami magnifici e moltissima varietà di vegetazione. La strada segue parallela ai “Caminhos dos Tropeiros”, le vecchie vie di comunicazione che venivano percorse a cavallo. Si entra in una regione di colonizzazione tedesca e italiana e di forte flusso turistico. Arrivo a Gramado in serata, e sembrerà quasi di essere tornati a casa: non sono pochi qui a parlare italiano e perfino a interpretare la cucina di casa nostra. Considerato anche il clima, uno dei piatti più diffusi è la fonduta. 

9° GIORNO - GRAMADO > PORTO ALEGRE
(colazione e pranzo)
Il Brasile che non ti aspetti, tra Gramado e Canela, una delle località preferite per chi ama l’avventura. Si visita il Parco del Caracol, dove una cascata precipita in un abisso da oltre 130 metri di altezza, il lago Negro, circondato da ortensie. Possibilità di shopping nella fabbrica di cioccolato e nelle strade del centro dove vi sono molti negozi di artigianato. Si scende la bellissima Serra Gaúcha fino ad arrivare a Porto Alegre. 

10° GIORNO - PORTO ALEGRE
(colazione e pranzo)
Le churrascarias, i ristoranti di carne, sono la gioia di Porto Alegre: servono indimenticabili filetti di toro, gusto forte, ma impareggiabili. Per smaltire, passeggiata nel centro storico, con particolare attenzione nelle strade del tradizionale quartiere di Moinhos di Vento, dove può capitare, soprattutto di domenica, di incontrare mandriani vestiti da gauchos. 

11° GIORNO - PORTO ALEGRE > ITALIA
(colazione)
Arrivederci Brasile. Comincia il viaggio di ritorno.

12° GIORNO - ITALIA
Bentornati in Italia.


TI POTREBBE INTERESSARE


OFFERTE IN EVIDENZA

PENSATI PER TE





ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della L. 196/2003