TASMANIA SELF DRIVE

Cradle Mountain > Stanley > Hawley Beach > Bicheno > Hobart
Cradle Mountain, parco nazionale più importante della Tasmania, Patrimonio dell'Umanità, dove ci si sente a un milione di chilometri dalla vita moderna. 

Partenze giornaliere

1° GIORNO - LAUNCESTON > CRADLE MOUNTAIN
Launceston, affettuosamente chiamata “Lonnie” dalla gente del posto, è la seconda città della Tasmania. Ha una storia molto vivace, riassunta in poche righe di una lettera scritta nel 1822 da un reverendo al suo superiore: “Se lei vedesse l’adulterio, l’alcolismo, la bla- sfemia, e i vizi di ogni genere che affliggono la città”. Oggi molto è cambiato ed è la natura, più che i peccati dell’uomo, a governare questa parte di  Tasmania: Cataract Gorge, le paludi di Tamar Island, i canguri, wallaby e vombati nel Narawntapu  National Park, caratterizzato da una vegetazione completamente diversa da quella del resto  dell’Australia: i torrenti gelidi si gettano in laghi ghiacciati e si può anche osservare una specie particolare di faggio che risale a circa 60 milioni di anni fa. Un’oasi di tranquillità.

2° GIORNO - CRADLE MOUNTAIN
E’ il parco nazionale più importante della Tasmania ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità. A Cradle Mountain ci si può davvero sentire a un milione di chilometri dalla vita moderna, tra frastagliati picchi innevati che si specchiano nelle acque del lago Dove, brughiere alpine, accoglienti chalet. Una sensazione di profonda e assoluta pace e tranquillità. Bellissima e suggestiva la passeggiata di un paio d’ore attorno al lago Dove, accanto alle cascate e attraverso le foreste di pini King William.

3° GIORNO - CRADLE MOUNTAIN > STANLEY
Cottage di pescatori, costruzioni in basalto che risalgono alla metà del 1800, una funivia che risale il pendio roccioso e offre una vista superba. E’ la zona di Stanley, tranquillo villaggio di pescatori. Si può ammirare la curiosa formazione rocciosa di origine vulcanica chiamata “the nut”. Consigliata un’escursione serale per vedere i piccoli diavoli della Tasmania: non sono bellissimi, neri, piuttosto irascibili, ma sono mammiferi marsupiali che vivono soltanto da queste parti.

4° GIORNO - STANLEY > ROCKY CAPE > NARAWNTAPU > HAWLEY BEACH
Milioni di anni ci sono voluti per completare queste affascinanti formazioni rocciose del Rocky Cape National Park: grotte, piscine naturali, spiagge riparate, luoghi che sono stati teatro della cultura aborigena per migliaia di anni. Molto bello il parco di Narawntapu dove vivono in libertà canguri, wallaby, wombat e altri animali tipici australiani.

5° GIORNO - HAWLEY BEACH > BAY OF FIRES > BICHENO
Binalong è fantastica, giustamente considerata una delle più belle spiagge della Tasmania. La strada lungo la costa è davvero spettacolare e si attraversano piccoli e caratteristici villaggi. Con la sorpresa serale, quando si possono vedere comitive di buffi pinguini che ritornano dal mare. Straordinario.

6° GIORNO - BICHENO
Montagne di granito rosa, spiagge candide e incontaminate, SAFFIRE FRECYNET XXXXX Il rischio è che poi non si voglia più tornare a casa. Un resort di lusso, immerso in una foresta di eucalipti sulla costa est della Tasmania, di fronte alla bellissima Great Oyster Bay, a due ore e mezzo di macchina da Hobart. Si arriva in camera e si resta davvero senza fiato perché le grandi finestre si spalancano su un paesaggio che sembra dipinto, inventato dalla 30 magia di un artista: la baia azzurra, le montagne a fare da cornice, il cielo, i profumi. E intorno il calore di un servizio attento e puntuale ma discreto. Grande attenzione alla gastronomia, con degustazioni di vini e di ostriche. A disposizione degli ospiti una attrezzata Spa per massaggi e trattamenti di bellezza. L’hotel organizza anche escursioni nei dintorni. acque azzurre, il verde della vegetazione che in alcuni tratti raggiunge la riva. Uno spettacolo che non si immagina finchè non ci si trova qui, nella pe- nisola di Freycinet, all’interno del Freycinet National Park. Wineglass è una spiaggia incantevole, dove si possono passare ore a fare fotografie. Sosta d’obbligo a un allevamento di ostriche: qui fanno lo stesso effetto delle patatine, una tira l’altra, soprattutto se si accompagnano con gli ottimi vini del posto. Meglio non esagerare, almeno con il vino, perché si torna al volante. Ma volendo, a ostriche e vino ci si può dedicare senza problemi a Bicheno, dove si dorme e per tornare in albergo dal ristorante non c’è bisogno di prendere la macchina.

7° GIORNO - BICHENO > RICHMOND > HOBART
Destinazione Richmond, un pittoresco villaggio dove si arriva seguendo una bella strada costiera. Vanta alcune delle case coloniali più antiche d’Australia, molte delle quali furono costruite da galeotti. Come il vecchio ponte in arenaria, completato nel 1823. Visita interessante al “Bonorong Wildlife Sanctuary” dove vengono soccorsi e curati gli animali in difficoltà.

8° GIORNO - HOBART
Appena 26 chilometri e si arriva ad Hobart, in bellissima posizione sul mare. E’ la seconda città più antica dell’Australia ed è molto piacevole passeggiare tra gli edifici in pietra arenaria di Salamanca Place. Bella la vista dalla cima del monte Wellington, splendide le incontaminate bellezze di Bruny Island.


TI POTREBBE INTERESSARE


ALTIPIANI E FARAGLIONI, SELF DRIVE
Un viaggio nella regione del Victoria, dal Grampians National Park, per poi dirigersi verso i Dodici Apostoli. I pittoreschi faraglioni in arenaria che si ergono in mezzo all’oceano rientrando a Melbourne seguendo la Great Ocean Road.
Chi guida deve aver compiuto 21 anni. Buon viaggio.
PROMONTORI AUSTRALIANI, SELF DRIVE
In auto da Melbourne a Phillip Island, dove ammirare i divertenti pinguini, proseguendo verso la pittoresca regione di Lake Entrance, con soste a Merimbula sull’Oceano Pacifico e a Canberra, la capitale amministrativa.
KANGAROO ISLAND
Adelaide > Kangaroo Island
Il mondo in un'isola: a Kangaroo ci sono boschi di eucalipto, blocchi di granito scolpiti dal vento e un piccolo Sahara con le dune affacciate sull'oceano.

Partenze giornaliere

OFFERTE IN EVIDENZA

PENSATI PER TE





ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della L. 196/2003