TUTTO ARGENTINA 2

Buenos Aires > Salta > Humauaca > Cafayate > Puerto Iguazù
Dal Brasile all'Argentina: le cascate di Iguazù si possono ammirare da entrambi i paesi, l’effetto è completamente diverso.

Partenze ogni domenica, martedì e giovedì

1° GIORNO - ITALIA > BUENOS AIRES
Benvenuti a bordo. 

2° GIORNO - BUENOS AIRES
I sorridenti portenos, così si chiamano gli abitanti di Buenos Aires, offrono un’accoglienza calorosa. Come questa capitale elegante e gaudente, fra caffè d’epoca e bistecche. E tango, naturalmente. Tour pomeridiano nella zona coloniale con Plaza de Mayo, la Cattedrale, la Casa Rosada (Casa del Governo). I quartieri di San Telmo e La Boca, una delle zone più caratteristiche della città, con le facciate delle case colorate di mille tinte come le chiglie delle navi che attraccano al porto. E infine, la Recoleta, dove si trovano i bar ed ristoranti più alla moda. Quasi un aperitivo, per chi gradisce, della vivacità della notte. 

3° GIORNO - BUENOS AIRES
(colazione)
Animata e a volte perfino maliziosa, ma anche antica e malinconica. BA, o anche Baires, ha mille facce e in questa giornata a disposizione si possono approfondire visite o esplorare zone della città non ancora viste. Come Palermo, quartiere recuperato dall’abbandono e diventato di tendenza. Chi è curioso del mito di Evita Peron può fare un giro al Cementerio della Recoleta, il cimitero, e fare così un piccolo viaggio nella storia argentina, animato spesso dalla colorita presenza di nostalgici. Per gli appassionati di Jorge Luis Borges, invece, è bene sapere che lo scrittore amava la cioccolata calda di Richmond, storico caffè in stile inglese: nel seminterrato si può giocare a scacchi o a biliardo.

4° GIORNO - BUENOS AIRES > SALTA
(colazione)
Salta “la linda”, ossia la bella, è città piacevole, con una vivace vita notturna e interessanti musei. Il Nordest andino è la regione più “tradizionale” dell’Argentina, ancora non molto frequentato dal turismo e dunque con realtà autentiche che offrono il volto più schietto di questo paese e del suo popolo. Parte della sua fama, Salta la deve anche alle splendide chiese coloniali. Meritano attenzione il monumento all’eroe nazionale Martín Miguel de Güemes, la Plaza 9 de julio, la Cattedrale, il Cabildo, che fu sede dell’autorità spagnola. Il pomeriggio è a disposizione per relax o ulteriori visite. 

5° GIORNO - SALTA > HUMAUACA > SALTA
(colazione)
Una pittura vivente, una valle lunga 155 chilometri che fu via di transito per le carovane Inca. Per visitare la Quebrada de Humahuaca bisogna arrivare a Purmamarca, a 2.200 metri di altezza, e qui osservare il Cerro de los Siete Colores, una montagna con straordinarie striature di colore e, sullo sfondo, piccoli villaggi di contadini quechua. A Tilcara si può visitare l’antica fortezza indigena di Pukarà mentre risalendo ancora fra i canyon, i villaggi e le montagne, si raggiunge il punto più alto nella cittadina di Humahuaca, a 2.940 metri di altezza. 

6° GIORNO - SALTA > CAFAYATE > SALTA
(colazione)
I vini argentini stanno conquistando sempre più estimatori e i produttori sono molto impegnati per far crescere ancora la qualità: soprattutto dei rossi, in perfetto abbinamento con la squisita carne. Cafayate, una cittadina coloniale nella Valles Calchaquies, è al centro di una zona di intensa e apprezzata produzione vinicola. Bei panorami, ma anche prodotti molto apprezzati. E’ prevista una degustazione di vini locali, che hanno un’ottima fama. Si arriva qui dopo aver percorso in direzione sud la Carretera 68 attraverso le cittadine di Cerrillos, El Carril, Talampaya, Alemanna. Si costeggia la Quebrada de las Conchas, dichiarata Monumento naturale dall’UNESCO per le particolari formazioni geologiche dei picchi circostanti. 

7° GIORNO - SALTA > PUERTO IGUAZÙ
(colazione)
Volo per Puerto Iguazù, cittadina boscosa e con un clima gradevole. Da qui si parte per andare a vedere le sensazionali cascate, Cataratas le chiamano, che sono più ampie e impressionanti di quelle del Niagara con un fronte che supera i due chilometri di larghezza. Tempo a disposizione per il relax. 

8° GIORNO - PUERTO IGUAZÙ
(colazione)
Dal Brasile o dall’Argentina: queste cascate si possono ammirare da entrambi i paesi. E l’effetto è completamente diverso. Si comincia dal lato argentino, dove il punto di osservazione è più in alto e grazie a percorsi aerei e passerelle si apprezza totalmente il panoramico salto delle acque. Guardando in basso, ma molto in basso, si può vedere la celebre “Gola del Diavolo”, uno stupefacente abisso infernale dove si riversa la maggior massa d’acqua. Una vista che toglie il fiato. E’ proprio qui che si forma un perenne pulviscolo nuvoloso, una nebbiolina che sale verso il cielo e con un gioco di rifrazioni crea un meraviglioso arcobaleno, una corona colorata che incornicia le cascate. 

9° GIORNO - PUERTO IGUAZÙ > BUENOS AIRES > ITALIA
(colazione)
Cambio di versante: oggi si va dalla parte brasiliana dove il fiume Iguaçù, dopo aver segnato un solco profondo nel verde rigoglioso della foresta, precipita con un muro d’acqua verso la gola a valle. Con il portentoso spettacolo delle Cascate, il viaggio si avvia alla fine e comincia l’avvicinamento verso l’Italia. C’è il volo per Buenos Aires e proseguimento per l’Italia. 

10° GIORNO - ITALIA
Bentornati a casa. 


TI POTREBBE INTERESSARE


TUTTO ARGENTINA 1
Buenos Aires > Puerto Madryn > Penisola Valdes > Ushuaia > El Calafate > Perito Moreno > Iguazù 
Dalla capitale del tango alla Patagonia, distese di ghiaccio e leoni marini.

Partenze giornaliere
TUTTO ARGENTINA 3
Buenos Aires > Bariloche > Mendoza > Trelew > Puerto Madryn > Penisola Valdes 
Le balene che saltano nell’oceano, il pigro sonnecchiare di leoni ed elefanti marini, gli occhi saettanti dello zorro ed altre meraviglie.

Partenze giornaliere con guida in italiano/spagnolo
TUTTO ARGENTINA 3
Buenos Aires > Bariloche > Mendoza > Trelew > Puerto Madryn > Penisola Valdes 
Le balene che saltano nell’oceano, il pigro sonnecchiare di leoni ed elefanti marini, gli occhi saettanti dello zorro ed altre meraviglie.

Partenze giornaliere con guida in italiano/spagnolo

OFFERTE IN EVIDENZA

PENSATI PER TE




ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della L. 196/2003