TUTTO OMAN 2

Muscat > Wahiba Sands > Nizwa > Muscat
Migliaia di animali,di allevatori e di commercianti che discutono, urlano, a volte litigano. E’ il mercato del bestiame di Nizwa, un’esperienza davvero insolita.

Partenze a date fisse, guida in italiano

1° GIORNO - ITALIA > MUSCAT
Benvenuti a bordo. All’arrivo a Muscat le formalità doganali si sbrigano rapidamente: subito dopo il ritiro dei bagagli è previsto l’incontro con la guida.

2° GIORNO - MUSCAT > SUR > MUSCAT
(colazione, pranzo)
L’Oman è un’affascinante crocevia fra penisola arabica, Africa ed Asia, una terra che da sempre è incontro di rotte e che guarda il mare come via di comunicazione e risorsa per la vita di tutti i giorni. Da Muscat, si attraversa in fretta senza problemi di traffico, si parte seguendo la strada costiera, in direzione Sur: bello il mare, bella la flotta che ogni giorno salpa e apre le sue reti. A Quriyat c’è uno splendido mercato del pesce, della verdura e della frutta: uno spaccato autentico di vita quotidiana. Il tour prosegue verso Wadi Shab, uno dei torrenti più spettacolari dell’Oman, costeggiato da banani e sentieri rocciosi. Sosta fotografica a Bimah Sinkhole, una suggestiva conca piena d’acqua. Pranzo in ristorante, poi, nel pomeriggio, rientro a Muscat.

3° GIORNO - MUSCAT
(colazione, pranzo)
Muscat è suggestiva, è la più piccola capitale del mondo, estesa per appena 3 chilometri quadrati. Città di traffici e di commerci. La giornata comincia da qui e prosegue con la visita della grande moschea del Sultano Qaboos: i bambini al di sotto di 10 anni non possono entrare, le donne devono indossare abiti lunghi e velo, gli uomini devono avere maniche e pantaloni lunghi. All’esterno del palazzo di Al-Alam, residenza del Sultano, stop fotografico, visita al museo Baiy Al Zubair prima di arrivare a Mutrah, che ha un suggestivo suk, ricco di atmosfera, oltre che di tentazioni di shopping. Pranzo al Kargeen, ristorante famoso e apprezzato. Nel pomeriggio, senza la guida, un paio d’ore in barca al tramonto: suggestivo e romantico.

4° GIORNO - MUSCAT > WADI BANI KHALID > WAHIBA SANDS
(pensione completa)
Indimenticabile giornata. Comincia con il profumo più costoso del mondo e finisce con la notte passata nel deserto.  Visita alla fabbrica dell’Amouage, un’essenza carissima, creata con oltre 100 componenti,  tra cui il famoso incenso del Dhofar. Proseguimento per Wadi Bani Khalid, posto magico, con un bacino naturale di acqua calda e turchese che si apre in una valle stretta e verde: è fantastico nuotare fra le montagne e il deserto. Dopo un pranzo picnic, partenza per Wahiba Sands, la casa dei beduini, il deserto dove vivono da oltre 7 mila anni e che per una notte sarà anche la nostra sistemazione. Si incontrano borghi in cui sembra davvero che il tempo si sia fermato. Da Al Mintrib si parte verso gli accampamenti a bordo di 4x4: benvenuto con caffè omaniano, frutta fresca, bibite. Cena sotto le stelle, magica notte da beduini.

5° GIORNO - WAHIBA SANDS > SINAW > JABRIN > BALAH > NIZWA
(colazione, pranzo)
Il sole che spunta dalle dune è la sveglia naturale regalata dal deserto. Si torna verso Al Mintrib da dove si prosegue in direzione di Sinaw: qui le donne si coprono il volto con un velo di mussola leggera e una maschera che lascia scoperti soltanto gli occhi. A Jabrin visita al castello costruito nel 1675 dall’Imam Sultan bin Bil’Arab e a Balah sosta al forte preislamico, patrimonio dell’Umanità. Nizwa, infine, famosa per il suo suk e i prodotti artigianali: i khanjars, soprattutto, i pugnali ricurvi, realizzati in argento e oro.

6° GIORNO - NIZWA > AL HAMRA > MISFAH > DJEBEL SHAMS > MUSCAT
(colazione, pranzo)
Migliaia di animali, migliaia di allevatori e di commercianti che discutono, dibattono, urlano, a volte litigano. E’ il mercato del bestiame di Nizwa, un’esperienza davvero insolita. La città è storicamente molto importante, anche dal punto di vista religioso, con una delle più antiche moschee del mondo, dominata da una bellissima cupola blu e oro: purtroppo, non è visitabile. Si entra, invece, nel bel forte e nella torre di guardia. Proseguimento per Al Hamra e Bait Al Safah, un borgo dove si visita una casa tradizionale oggi trasformata in un piccolo museo, sulle cui pareti sono raffigurate scene di vita quotidiana nell’Oman di un tempo. Quando da maggio a settembre Bait Al Safah è chiusa, visita al museo Bait Al Baranda. Sorseggiando un caffé e assaggiando i tipici datteri, eccellenza omanita, si può assistere agli antichi sistemi di lavorazione, dalla produzione di farina ai medicinali in polvere. Sosta in un caffè e assaggio di datteri. In 4x4 verso Misfah, arroccata sul bordo di un canyon, con le strette stradine fra mura di fango. A Jabel Shams si entra nel Grand Canyon dell’Oman. Nel pomeriggio, rientro a Muscat.

7° GIORNO - MUSCAT > BARKA > NAKHL > MUSCAT
(colazione)
La bella costa di Batinah, il famoso e vivace mercato del pesce di Barka e poi Nakhl, un antico villaggio circondato da palmeti e da sorgenti termali, famoso per la sua fortezza. Nel pomeriggio rientro a Muscat. Comincia il viaggio di ritorno.

8° GIORNO - ITALIA
Bentornati a casa.


TI POTREBBE INTERESSARE


TUTTO OMAN 1
Muscat > Wahiba Sands > Nizwa > Muscat
Forti e castelli sono riferimenti culturali dell’Oman. Vicino a Nizwa, che fu capitale, ce ne sono molti. Come quello di Bahla, dichiarato Patrimonio dell'Umanità.

Partenze a date fisse, guida in italiano

TUTTO OMAN 1
Muscat > Wahiba Sands > Nizwa > Muscat
Forti e castelli sono riferimenti culturali dell’Oman. Vicino a Nizwa, che fu capitale, ce ne sono molti. Come quello di Bahla, dichiarato Patrimonio dell'Umanità.

Partenze a date fisse, guida in italiano

TUTTO OMAN 1
Muscat > Wahiba Sands > Nizwa > Muscat
Forti e castelli sono riferimenti culturali dell’Oman. Vicino a Nizwa, che fu capitale, ce ne sono molti. Come quello di Bahla, dichiarato Patrimonio dell'Umanità.

Partenze a date fisse, guida in italiano

OFFERTE IN EVIDENZA

PENSATI PER TE



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della L. 196/2003