TUTTO LAOS
I SENTIERI DELL'ARMONIA

Bangkok > Luang Prabang > Vientiane > Paksé > Champasak > Don Daeng > Bangkok
Dalla meraviglia di Luang Prabang, dove i monaci a piedi nudi ricevono riso dai fedeli, a Don Daeng dove, a piedi, si attraversa il confine con la Thailandia.

Partenze giornaliere, tour privato con guida in inglese e pensione completa

1° GIORNO - ITALIA > BANGKOK
Benvenuti a bordo. 

2° GIORNO - BANGKOK > LUANG PRABANG
(cena)
Arrivo a Bangkok nelle prime ore della mattina e proseguimento con un volo di linea per Luang Prabang: già dall’aereo appare in tutta la sua bellezza, con gli stupa dorati che brillano nel verde della foresta. Tempo a disposizione, relax.

3° GIORNO - LUANG PRABANG
(pensione completa)
Il fascino unico di questa antica capitale si coglie perfettamente con il giro della città, ricchissima di pagode, alcune di sfavillante bellezza, altre un po’ decadenti. Si comincia con il Vat Visoun, oggi museo di arte Buddista, il That Makmo, conosciuto come lo stupa del Cocomero. Si prosegue con Ok Pok Tok, il museo etnico Taec e il Vat Xieng Thong, il tempio più antico e più bello della città, patrimonio mondiale dell’Unesco, costruito nel XVI secolo, con pannelli in vetro colorato che adornano le pareti delle cappelle. Poi si raggiungono i quartieri residenziali prima di arrivare in cima alla collina di Phousi e osservare il tramonto sul Mekong.

4° GIORNO - LUANG PRABANG
(pensione completa)
E’ una delle emozioni più intense di un viaggio in Asia. Partecipare, non soltanto assistere, alla cerimonia del Tagbat, il rito della questua che ogni mattina all’alba i monaci compiono per raccogliere cibo. Si attende lungo la strada, inginocchiati, che arrivi la processione dei religiosi, guidata dal più anziano e chiusa dal più giovane. Avanzano a piedi nudi, lenti e silenziosi, schiudono le loro ciotole di lacca dove i laotiani versano il riso appena cucinato e i viaggiatori possono sistemare baguette farcite comprate al mercato. Tra terra e acqua, la giornata prosegue con la visita al Museo Nazionale nell’antico Palazzo Reale: bellissimi la Sala del Trono e gli appartamenti reali. Quindi visita al Vat Mai, ricco di stencil dorati, poi è il Mekong a diventare protagonista. Il viaggio in battello è un affasciante percorso attraverso scene di vita quotidiana lungo il fiume: sosta al villaggio di Thing Hong e di nuovo in barca fino alle sacre grotte di Pak Ou. La fede di queste popolazioni trova manifestazione concreta anche nelle grotte di Tham Ting e Tham Phoum, che si visitano subito dopo, dove sono conservate centinaia di statue di Buddha. Rientro in barca a Luang Prabang con visita al tempio Vat Longkhoun, famoso per le pitture murali. C’è tempo per una piacevole passeggiata nella città vecchia, con qualche tentazione di shopping.

5° GIORNO - LUANG PRABANG > VIENTIANE
(pensione completa)
Si vola a Vientiane, capitale tranquilla, rilassata, dove soltanto ora comincia ad esserci qualche accenno di traffico automobilistico. La visita comincia con il Patouxay, il monumento alla Vittoria, una specie di Arco di trionfo in stile orientale. Poi il That Luang Stupa, un meraviglioso tempio dorato che compare anche nella bandiera del Laos ed è il più venerato del paese. Tramonto sulle rive del Mekong, sorseggiando una birra o del tè. 

6° GIORNO - VIENTIANE
(pensione completa)
Come diceva Tiziano Terzani, il Laos . Fatto soprattutto di calma e serenità. Girando per Vientiane è semplice rendersene conto. La prima visita della giornata è al tempio Sisaket, il più antico e suggestivo, e al Vat Phra Keo, trasformato in museo buddista. Non lontano c’è il mercato centrale Talat Sao dove si possono fare buoni acquisti di artigianato. Accanto sorge anche un moderno centro commerciale, il Talat Sao Mall. Dopo pranzo si raggiunge il Buddha Park: non un tempio e nemmeno un parco giochi, ma un grande spazio con oltre 200 statue di Buddha. Venne realizzato da un monaco nel 1950. 

7° GIORNO - VIENTIANE > PAKSÉ > CHAMPASAK
(pensione completa)
Si parte la mattina presto con un volo per Paksé, da dove si prosegue per Champasak, tranquilla cittadina sul Mekong dove si possono ammirare le rovine dell’antico tempio khmer Vat Phou, costruito fra l’VII e l’XI secolo, e il museo archeologico. 

8° GIORNO - CHAMPASAK
(pensione completa)
Giornata rilassante e dedicata al contatto con la splendida natura di questa parte del Laos: in barca fino a Don Khon e Don Det, oltrepassando la vecchia ferrovia francese - ancora lì, ferma, c’è un’antica locomotiva - si raggiungono le cascate di Liphi. Dopo il pranzo le cascate Khonphapeng, poi rientro in albergo, pomeriggio a disposizione: passeggiata in bici, relax, bagno in piscina, dolce far niente. 

9° GIORNO - CHAMPASAK > DON DAENG > BANGKOK
(colazione, pranzo)
L’emozione di attraversare un confine. Non volando, come ormai siamo abituati a fare, ma da terra. Prima si raggiunge il Plateau Bolaven, famoso per le piantagioni di tè e caffè: il clima collinare aiuta ad arricchirne gusto e profumo. Dal Plateau bel panorama su due cascate, le Tad Fane, immerse nella giungla, e le Tad Phasuam. La frontiera, un’emozione smarrita: controlli e si entra in Thailandia, dove si incontra la nuova guida. In aereo per Bangkok.

10° GIORNO - BANGKOK > ITALIA
(colazione)
Sveglia libera, come la giornata. Bangkok è ormai considerata una delle città più cool e trendy del mondo: mille opportunità, dallo shopping al relax, dai templi alla gastronomia. In serata trasferimento in aeroporto e rientro in Italia.

11° GIORNO - ITALIA
Bentornati a casa.


TI POTREBBE INTERESSARE


LUANG PRABANG - TOUR DI 3 GIORNI
Luang Prabang
Uno spettacolo ancor prima di atterrare, gli stupa di Luang Prabang sembrano cuscini dorati nel verde della foresta.

Partenze garantite ogni domenica.
TRAIL DI 8 GIORNI IN LAOS
Luang Prabang > Nong Khiaw > Muang Ngoi Khao > Muang La > Vientiane
Navigazione sul Mekong, trekking per la grotta di Tham Kang, i villaggi di montagna Ikhos in fuoristrada 4x4, Vientiane: ieri e oggi.

Partenze giornaliere

LE EMOZIONI DI UN VIAGGIO LONTANO DAI LUOGHI COMUNI, UN'ESPERIENZA DA AUTENTICI VIAGGIATORI. 
Non vacanzieri ma compagni di strada, non autostrade ma sentieri, non automobili ma bici, treno, canoa, fuoristrada 4x4, trekking e tanto altro ancora. Un mondo che riporta alle vere dimensioni dei Paesi, al vero volto delle città, ai veri paesaggi della natura. Un turismo lontano dalle grandi correnti turistiche. Itinerari tra i mille aspetti della geografia, della cultura, della vita quotidiana di un Paese e del suo popolo, per conoscere, capire e non soltanto fotografare.
TRAIL DI 7 GIORNI IN VIETNAM
Hanoi > Lao Cai > Sapa > Lao Cai > Hanoi
In treno da Hanoi a Lao Cai, trekking e biking nella Valle del Sapa, il Topas Eco-Lodge, le minoranze Tay, Dao e Hmong.

Partenze giornaliere

LE EMOZIONI DI UN VIAGGIO LONTANO DAI LUOGHI COMUNI, UN'ESPERIENZA DA AUTENTICI VIAGGIATORI.
Non vacanzieri ma compagni di strada, non autostrade ma sentieri, non automobili ma bici, treno, canoa, fuoristrada 4x4, trekking e tanto altro ancora. Un mondo che riporta alle vere dimensioni dei Paesi, al vero volto delle città, ai veri paesaggi della natura. Un turismo lontano dalle grandi correnti turistiche. Itinerari tra i mille aspetti della geografia, della cultura, della vita quotidiana di un Paese e del suo popolo, per conoscere, capire e non soltanto fotografare.

OFFERTE IN EVIDENZA

PENSATI PER TE




ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della L. 196/2003