BUDDHA E LE SUE MERAVIGLIE

THAILANDIA E CAMBOGIA
Bangkok > Chiang Rai > Triangolo d'Oro >  Chiang Mai > Siem Reap > Angkor Wat 

Partenze ogni lunedì, guida in italiano

1° GIORNO - ITALIA > BANGKOK
Benvenuti a bordo.

2° GIORNO - BANGKOK
(colazione)
L’emozione dei templi di Bangkok: Wat Pho, qui è nata la prima scuola di massaggio, ospita il Buddha sdraiato; Wat Suthat con un’enorme statua dorata di Buddha e bellissimi affreschi; Wat Benchamabopit, in marmo bianco di Carrara, custodisce 53 statue di Buddha e le ceneri di re Rama V.

3° GIORNO - BANGKOK
(colazione)
Il Wat Phra Kaew è il più sacro tempio buddhista di tutto il Paese ed è parte del Palazzo Reale. Visita anche al Suan Pakkard, costruito in legno nel XVII secolo, un tempo residenza della principessa Chumbhot di Nagara Svarga: collezioni d’antiquariato ed opere d’arte.

4° GIORNO - BANGKOK
(colazione)
Damnoensaduak è un mercato galleggiante immutato nel tempo. Le canoe sono bancarelle a remi, piccoli negozi fluttuanti carichi di frutta, verdura, pentole fumanti di zuppe. Shopping divertente. Imperdibile.

5° GIORNO - BANGKOK > CHIANG RAI
(cena)
Il volo da Bangkok a Chiang Rai dura un’ora. Prima di arrivare in albergo si visita il tempio Wat Rong Khun. Poi il Wat Phra Keow che nel XIII secolo ospitava la statua del Buddha di Smeraldo oggi conservata a Bangkok, e il Wat Phra Sing, raffinato esempio dell’architettura religiosa Lanna. Divertente giro in risciò e sosta al mercato.

6° GIORNO - CHIANG RAI - IL TRIANGOLO D'ORO
(pensione completa)
E’ il giorno del Triangolo d’Oro, un luogo diventato mitico. E’ dove si incontrano i confini di tre paesi Thailandia, Laos e Myanmar: immancabile e suggestiva foto ricordo con il Mekong che scorre sullo sfondo. Prima di arrivarci, breve tour con il giardino botanico Mae Fah Luang, a 1512 di altezza, e la Villa Reale della regina madre, un incrocio architettonico fra gli chalet svizzeri e il tipico stile Lanna. Un breve tratto di strada fino a Mae Sai, piccolo centro commerciale nel punto più a nord della Thailandia, al confine con il Myanmar: quattro passi al mercato e proseguimento lungo il Mekong fino al Triangolo d’Oro. A fine giornata si arriva a Chiang Saen antica capitale del nord: il tempio Wat Phra Dhat Jom Kitti, con i suoi 383 scalini, e il Wat Jedi Luang con il vicino museo.

7° GIORNO - CHIANG RAI - DONNE KAREN > CHIANG MAI
(pensione completa)
Presto al mattino partenza per Ban Pa Tai, navigazione in barca sul Mae Kok fino a Ban Ta Ton. Visita ad un piccolo villaggio Karen, sulle colline vicino al confine con il Myanmar, dove vivono le “donne giraffa”. La tribù dei Padaung, originaria della regione Kaya in Myanmar, si stabilì in Thailandia dalla metà degli anni 90. Le donne Padaung sono conosciute per la forma allungata del collo dovuta ai numerosi anelli di metallo che, per tradizione, indossano dall’età di 5/6 anni. Nel tardo pomeriggio si raggiunge la montagna Doi Suthep, a Chiang Mai, in cima al quale sorge il tempio Prathat Doi Suthep, da dove la vista è spettacolare. Costruito nel 1383, il tempio si raggiunge salendo i 290 gradini di una scalinata a forma di serpente.

8° GIORNO - CHIANG MAI
(pensione completa)
Giornata dedicata alla natura: prima la foresta, dove si possono osservare gli elefanti al lavoro e poi una coltivazione di orchidee. Nel pomeriggio sosta al villaggio di Sankamphaeng, famoso per i laboratori di artigianato. In serata cena in un ristorante tipico con spettacolo di danze thailandesi delle tribù di montagna. E’ tipico di questa zona il riso glutinoso, chiamato sticky rice, che si mangia con le mani facendo piccole palline da intingere nel sugo piccante nel quale viene cotta la carne. Lo sticky rice è utilizzato anche con i dolci: piace molto insieme al mango.

9° GIORNO - CHIANG MAI > BANGKOK > SIEM REAP
(colazione)
Una giornata di relax e trasferimenti. Da Chiang Mai si vola a Siem Reap, scalo tecnico a Bangkok.

10° GIORNO - SIEM REAP
(pensione completa)
Angkor Wat è uno degli spettacoli più straordinari ai quali si possa assistere: è considerata l’ottava meraviglia del mondo, è di certo una delle opere dell’uomo più incredibili, per bellezza, vastità, soluzioni tecniche, cura dei dettagli. La visita durerà fino al tramonto, che dona al complesso una tonalità di rosso davvero magica e suggestiva. Indimenticabile.

11° GIORNO - SIEM REAP (ANGKOR WAT)
(pensione completa)
Siem Reap non è soltanto Angkor Wat. Ci sono altri splendidi templi e siti archeologici, ugualmente emozionanti. In mattinata si vedranno il Banteay Srey, uno dei meglio conservati, e poi il Banteay Samré. Nel pomeriggio la Porta Sud di Angkor Thom, lo straordinario Bayon, il Baksei Chamkrong, la Terrazza dell’Elefante e la Terrazza del Re Lebbroso. Serata con cena e spettacolo di danze Apsara.

12° GIORNO - SIEM REAP > BANGKOK > ITALIA
(colazione, pranzo)
Le radici degli alberi aggrappate come dita disperate alle mura del tempio: questo è il Ta Prohm, avvolto e quasi prigioniero della vegetazione tropicale. E’ una visione che commuove. La mattinata prosegue con le visite ai templi Phreah Kahn e Neak Pean. Dopo il pranzo in albergo, passeggiata al mercato locale e shopping alla scuola di artigianato Artisans d’Angkor. La Cambogia finisce qui, ma per chi vuole approfondire e custodire il ricordo, due suggerimenti di lettura: "L'eliminazione" del cambogiano Rithy Panh, Feltrinelli e "Supernotes" di Luigi Carletti, Mondadori.

13° GIORNO - ITALIA
Bentornati a casa.


TI POTREBBE INTERESSARE


SUKHOTHAI WORLD HERITAGE
Bangkok > Ayutthaya > Lopburi > Pitsanulok > Sukhothai > Sri Satchanalai > Kamphaeng Phet > Bangkok
Un programma con guida in italiano in esclusiva per i clienti Mappamondo.

Partenze garantite da Bangkok ogni venerdì, è prevista la pensione completa.
TRAIL DI 7 GIORNI IN CAMBOGIA
Siem Reap > Battambang > Phnom Penh
A bordo di un Remok verso Bayon, spesa al mercato e cooking class, purificazione spirituale in pagoda, Bamboo Train a Battambang, Phnom Penh in cyclo.

Partenze giornaliere

LE EMOZIONI DI UN VIAGGIO LONTANO DAI LUOGHI COMUNI, UN'ESPERIENZA DA AUTENTICI VIAGGIATORI.
Non vacanzieri ma compagni di strada, non autostrade ma sentieri, non automobili ma bici, treno, canoa, fuoristrada 4x4, trekking e tanto altro ancora. Un mondo che riporta alle vere dimensioni dei Paesi, al vero volto delle città, ai veri paesaggi della natura. Un turismo lontano dalle grandi correnti turistiche. Itinerari tra i mille aspetti della geografia, della cultura, della vita quotidiana di un Paese e del suo popolo, per conoscere, capire e non soltanto fotografare.
OLTRE LA FRONTIERA
MYANMAR E THAILANDIA
Yangon > Bagan > Heho > Lago Inle > Mandalay > Amarapura > Mae Sai > Chiang Rai > Il Triangolo D'Oro > Chiang Mai > Bangkok

Partenze ogni mercoledì e venerdì, guida in italiano

OFFERTE IN EVIDENZA

PENSATI PER TE




ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della L. 196/2003